Alzi la mano chi conosce il Durello!

Proseguiamo oggi la nostra passeggiata di approfondimento enologico, visitando la zona collinare compresa tra le province di Verona e quella di Vicenza, dove iniziano i rilievi che man mano diventano sempre più alti fino a trasformarsi nelle alpi.

Si tratta di una fertile zona vitivinicola dal terreno di origine vulcanica, quella del Durello, un vino non molto conosciuto al di fuori del proprio territorio di appartenenza, forse un po' sottovalutato in confronto ai più blasonati vini veronesi, ma anche quello con maggiori potenzialità di sviluppo, e che negli ultimi anni ha fatto più notizia di sè.

Antichissimo vitigno autoctono, la "Duracina" (dal latino Durus Acinus), è un’uva rustica a maturazione tardiva, che ama l’esposizione elevata e l'escursione termica, caratterizzata da una buccia dura e da una notevole acidità. Fino agli anni settanta se ne ricavava un vino bianco talmente acido e acerbo da essere considerato spesso imbevibile, quindi veniva per lo più venduto come vino da taglio. In seguito alcuni pionieri, tra cui Guerrino Fongaro di Roncà, intuirono le ottime potenzialità di queste uve per la produzione di "bollicine autoctone". Infatti, la rifermentazione sia in autoclave che in bottiglia, specie se prolungata, bilancia l'acidità del vino base conferendo al Durello Spumante una straordinaria finezza e complessità di aromi. La moderna enologia e la perseveranza, poi, di questi produttori locali, sono riuscite a trasformare in punti di forza quelli che potevano rappresentare dei punti deboli di questo vino, ed è grazie a loro che con orgoglio possiamo affermare che il Durello Spumante sta conquistando sempre maggiori estimatori.

Con il Durello i vini veronesi completano la gamma, offrendo una carta completa, che spazia dai vini bianchi leggeri ai bianchi di corpo, dai rosè e rossi di media struttura ai rossi importanti, fino ai vini passiti da dessert e , appunto, ai grandi spumanti a metodo classico.

Qui, a Casa Monte Baldo, il Durello è rappresentato in due versioni : Durello Spumante Brut di Fattori, metodo Charmat, e Durello Spumante Pas Dosé di Fongaro, Metodo Classico. Colore giallo dorato, nel primo caso le note olfattive richiamano gli agrumi e la frutta esotica, nel secondo la fragranza del lievito arrotonda le sensazioni agrumate che si ritrovano in bocc,a con una fine persistenza fruttata e minerale.

Gli abbinamenti più indicati vertono dal pesce crudo marinato ai crostacei, al risotto di pesce, o al più tradizionale baccalà alla vicentina con la polenta.

Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Via Rosa 12 | 37121 Verona | Tel. 045 8030579caffemontebaldo@gmail.com

© 2020 by Caffé Monte Baldo Srl | tel. 045 803 0579 | P.IVA 04466150234 | Pec. caffemontebaldosrl@lamiapec.it

PRIVACY E COOKIE POLICY

  • YouTube - White Circle
  • Facebook Clean
  • Twitter Clean
  • Instagram Clean