Dietro un grande vino c'è sempre una grande donna del vino!

July 6, 2017

Il "Vigneti delle Dolomiti Teroldego Morei" di Foradori, nasce nei terreni dell'azienda situati nella Piana Rotaliana, una pianura trentina al confine con l'alto Adige, racchiusa tra le sponde dei fiumi Adige e Noce e circondata da alte pareti rocciose che la proteggono dai venti freddi e ne mitigano il clima; nella Piana si produce, tra gli altri vini trentini, il Teroldego Rotaliano, il cui nome deriva probabilmente dal tedesco Tiroler Gold, oro del Tirolo.

 

L'azienda Foradori è stata fondata nel 1939, ed Elisabetta, la più grande tra le donne del vino, ha preso le redini dell'azienda dal 1984, spinta dalla forte passione ed amore per la propria terra, conducendola interamente in regime biodinamico.

Il Morei, che in dialetto trentino significa Moro, Scuro, è prodotto con uve Teroldego al 100%, raccolte e selezionate a mano; la fermentazione a mezzo di lieviti indigeni ed il successivo affinamento avvengono a contatto con le bucce per 8 mesi all'interno delle Tinajas, anfore spagnole che grazie alla porosità dell'argilla permettono al vino di essere valorizzato e di esprimere il territorio ed il suo carattere più genuino.

 

Di colore rosso granato scuro, al naso si apre fruttato con intensi profumi di mora selvatica e mirtillo , con note speziate che si ritrovano calde e avvolgenti in bocca. Perfetto per accompagnare un risotto ai funghi, oppure ragù di carne o carni rosse alla brace, ma soprattutto per una buona bevuta in compagnia degli amici di Casa Monte Baldo!

 

 

Torna alla pagina Blog>

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post recenti

November 18, 2019

June 22, 2019

Please reload

Archivio